Il 29 Novembre 1932 verso le 18.00, il Signore Voisin chiese ai suoi figli, Fernande (15 anni) e Albert (11 anni) di andare a prendere Gilberte (13 anni) al Pensionato gestito dalle Suore della Dotttrina Cristiana di Nancy. Strada facendo, i bambini invitarono le loro amichette Andrée Degeimbre (14 anni) e la sorellina Gilberte (9 anni) ad accompagnarli.   



Quando Alberto ebbe suonato al portone del Pensionato, si giró e vide la Vergine Immacolata passegiare nell’aria, al di sopra del ponte della ferrovia che dominava sulla Route de Rochefort. La sorella e gli amichetti,  increduli, si girarono e videro anch’essi “la bella signora”.  Suor Valeria venne ad aprir loro il portone. I bambini segnalarono la presenza dell’Immacolata.



La suora non credette a queste “sciocchezze” e andò  a cercare Gilberte che faceva i compiti. Questa, ignorando l’accaduto, arrivò al portone e vide, anche lei, l’Immacolata passeggiare nell’aria al di sopra del ponte. I bambini, spaventati,  tornarono a casa correndo, promettendosi però di tornare il lindomani alla stessa ora a prendere Gilberte.



Il 30 Novembre, l’Immacolata apparve loro al di sopra del ponte; lo stesso il primo Dicembre, poi sparii per apparire di nuovo vicino all’ agrifoglio a qualche metro dal portone del Pensionato, sparii di nuovo; poi si fece vedere su di un ramo del biancospino vicino alla barriera dell’entrata del giardino.  Fu lì che Maria si manifestò ancora per una trentina di volte, fino al tre Gennaio 1933.



Indossava un’abito bianco, con dei leggeri riflessi blu. La testa era ricoperta di un lungo velo bianco che cadeva sulle spalle. Dal capo uscivano dei sottili raggi di luce che formavano una corona. Maria aveva sempre le mani giunte e sorrideva.  Dal 29 Dicembre in poi i bambini potettero percepire, tra le sue braccia aperte, il suo cuore completamente illuminato, come se fosse d’oro.  Da quì il nome Nostra Signora di Beauraing: l’Immacolata dal cuore d’oro.

Il 2 dicembre, alla domanda dei bambini “Cosa vuole da noi?” Maria parla per la prima volta: fate i bravi. Durante un’altra apparizione la sera disse : E vero che farete sempre i bravi? L’otto dicembre i bambini caddero in estari per circa un quarto d’ora. “Era più bella che mai!”. Il 17 Maria chiede una cappella. Il 21, alla domanda : “Diteci chi è”, Maria dice: Sono la Vergine Immacolata.  Il 23 “Perchè viene quì?” Perché ci si venga in pellegrinaggio! 

Il 30: Pregate, pregate tanto. Il primo Gennaio : Pregate sempre.  Il 3, Maria confida un segreto ai tre più giovani.  E promette: Convertirò i peccatori. Ripete chi è : Sono la Madre di Dio, la Regina dei cieli. E chiede: Volete bene a mio figlio? Mi volete bene? Allora sacrificatevi per me. Addio. 



Due guarigioni sono state riconusciute comme miracolose.  Il culto è stato autorizzato il 2 febbraio 1943.  L’autenticità dei fatti è stato approvata il 2 luglio 1949, dal vescovo sua eccelenza Charue, vescovo di Namur.  I cinque vegenti sono deceduti.  La più giovane, Gilberte Degeimbre, è morta il 10 febbraio 2015.  Ci dà la sua testimonianza tramite un video di 47 minuti.  Parecchi pellegrini vengono oggi a pregare la Vergine al Cuore d’oro.